“Mio fratello rincorre i dinosauri” di Giacomo Mazzariol

Quando un lettore entra in una libreria, si aspetta quasi sempre di trovare qualcosa che lo catturi. Tra tanti titoli, tante copertine diverse, colorate, c’è sempre qualcosa che puo’ colpirlo. Un mese fa, sono stata rapita da questo titolo. Anzi no, non dal titolo, dal sottotitolo:

Storia mia e di Giovanni che ha un cromosoma in più

I genitori di Giacomo, scoprono di aspettare un altro figlio e lo comunicano a Giacomo e alle sue sorelle, Chiara e Alice. Da quel momento in poi, il piccolo Giacomo comincia ad immaginare questo fratellino-supereroe. Si chiamerà Giovanni e avrà i superpoteri. Poco dopo, alla famiglia viene comunicato che Giovanni avrà un cromosoma in più, sarà un bambino speciale. Avrà i suoi tempi, i suoi modi di agire. Così Giacomo viene a conoscenza della parola Down e da lì cambia tutto. Cambia il suo modo di vedere la vita e soprattutto suo fratello. Cominciano gli anni della vergogna, nessuno deve sapere dell’esistenza di questo fratello. Giacomo capisce che Giovanni non è un problema, solo dopo aver notato i suoi atteggiamenti. Dopo aver capito che Giovanni ha bisogno di amore, cure e attenzioni. Le tante vicende raccontate in questo libro fanno trarre una sola conclusione: Giacomo è un faro per Giovanni, ma Giovanni è il protettore del suo cuore.

Scoprimmo che per farlo addormentare bisognava lasciare che ti grattasse le dita finchè non formava, attorno alle unghie, delle pellicine con cui giocare. Che era capace di farsi male, tantissimo male, ma se anche si era rotto un braccio bastava che tu gli dessi un bacio e tutto era risolto. Che avrebbe imparato a camminare molto tardi rispetto agli altri bambini, ma che in fondo chissenefrega, perchè al posto di camminare gattonava, e gattonava come il re dei gattonatori, in un modo strano, tipo Mowgli, con il culo alto, ed era quasi più veloce di adesso. E che quando non gattonava strisciava, come un bruco, ed era veloce pure così

Trisonomia 21, una condizione cromosomica causata dalla presenza di una terza copia del cromosoma 21. Un’unità strutturale del dna, che rende tutte le persone affette da questa malattia, persone diverse, ma speciali. Giovanni ha lo sguardo attento, prova a capire tutto, sperimenta, gioca, si muove di continuo. E’ attivo, è vivo ed è pieno di amore. La sua famiglia si abitua presto alla sua presenza in casa, tanto che a turno scelgono di farlo mangiare, metterlo a dormire, scherzare con lui.

Ma intanto c’era un sacco di vita davanti. Mia, sua, insieme. Soprattutto insieme. Andare in giro con Giovanni era la cosa che più mi rendeva felice, era come camminare con una giornata di sole in tasca.

Giovanni è un bambino che molto spesso viene preso in giro dai passanti, gli ridono in faccia. E lui che fa? Ride più di loro! Per lui le persone che ridono di lui, ridono semplicemente accanto a lui e lui le lascia fare. Non vi dirò che è un libro per lettori sensibili, per lettori vicini a queste tematiche. E’ un libro per tutti, è scritto bene, è scherzoso, è significativo ed è molto incoraggiante per quelle famiglie che lo stanno provando adesso e che magari non sanno come affrontare certe situazioni. E’ toccante e si legge in pochissimo tempo.

Come per tutte le recensioni, qui sotto trovate i dettagli del libro e la scheda dell’autore.

A presto, Sara.

Ecco, il suo modo di giocare era quello di un esploratore, di un ricercatore. Sempre pronto a lasciarsi abbagliare dalla meraviglia delle piccole cose.

Titolo: Mio fratello rincorre i dinosauri – Storia mia e di Giovanni che ha un cromosoma in più

Autore: Giacomo Mazzariol

Editore: Einaudi

Collana: Stile Libero Extra

Genere: Romanzo di formazione

Data di uscita: Aprile 2016

Prezzo di copertina: € 16,50

Pagine: 176 p; brossura

 

  • GIACOMO MAZZARIOL : E’ nato nel 1997 a Castelfranco Veneto, dove vive con la sua famiglia. Nel marzo del 2015 ha caricato su Youtube un corto, The Simple Interview, girato assieme al fratello minore Giovanni, che ne è il protagonista. Giovanni ha la sindrome di Down. Il video ha avuto un’eco imprevedibile: i principali quotidiani gli hanno dedicato la prima pagina ed è stato commentato anche all’estero.

Trovate il video qui : https://www.youtube.com/watch?v=0v8twxPsszY

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...